Cambiare abitudini: non sei quello che sai, sei quello che fai

Serendipity“: mi è sempre piaciuta questa parola che vorrebbe dire che tu, come Colombo, sei partito per cercare le Indie e invece sei arrivato in America. E sei anche diventato ricchissimo! Cioè, che sei partito per fare una cosa, per caso te ne è capitata un’altra, che è molto meglio, e ci hai guadagnato un sacco di soldi.

Questa storia della serendipity è stupenda e vorrei che mi accadesse ogni giorno: vado a cena con un amico per vedere il bimbo appena nato e lui mi presenta qualcuno che diventerà il mio migliore cliente. Vado in farmacia a comprare l’aspirina e trovo per caso un integratore che mi farà perdere 5 kg senza sforzo. Noto, guarda caso, che più le cose sono difficili da ottenere, più avrei bisogno di serendipity.

Tutto ‘sta premessa per dire cosa? Che spesso non funziona così. Voglio parlare bene inglese? Mi tocca studiarlo. Voglio rientrare nella taglia 42? Mi sa che devo mettermi a dieta e cominciare a correre. Voglio imparare a parlare in pubblico? Dovrò fare un bel corso di public speaking ed allenarmi con costanza.

Cattive abitudini: ma devo far fatica per cambiarle?

Oddio, vuoi mica dire che dovrò fare fatica per acquisire nuove abitudini? Per lasciare andare le cattive abitudini e sostituirle con quelle buone? Intendi dire che sarò costretto a cambiare abitudini e che per farlo dovrò impegnarmi? Temo proprio di sì.

È brutto lo so, anche a me ricorda la scuola, il sacrificio la fatica. Ma se ti guardi adesso, così come sei, lo vedi chiaramente che oggi sei il risultato delle (buone e cattive) abitudini che hai adottato negli ultimi cinque anni. E tra 5 anni sarai il risultato di quelle che decidi di fare tue oggi.

Parli inglese discretamente o sei ancora a “the cat is on the table”? Vai a fare jogging o ti spalmi sul divano con le serie TV? Tiri tutte le sere mezzanotte sui social o leggi un libro? Le abitudini sono una forza invisibile, sono quella forza che modella e scolpisce la tua identità, un giorno alla volta, un millimetro alla volta, e grazie alla quale riuscirai a raggiungere i risultati che desideri.

Nuove abitudini a piccoli passi

La cosa bella è che cambiare abitudini si può! Non è facile, ma si può. Come? Senza fretta, ma senza sosta. Un giorno alla volta partendo da piccoli passi.

cambiare abitudini a piccoli passi

Perché ne parlo? Perché chi vuole imparare a gestire il suo tempo (leggi vita), probabilmente dovrà fare entrare nelle sue giornate nuove abitudini come:

  • Lavorare in uno spazio organizzato.
  • Archiviare i file in modo sistematico.
  • Tenere a bada le distrazioni digitali.
  • Mantenere alta la concentrazione, magari attraverso la tecnica del pomodoro.
  • Utilizzare liste e checklist.
  • Fare riunioni sintetiche ed efficaci.
  • Pensare in anticipo agli imprevisti.
  • Fare una pianificazione settimanale.

Cambiamento, buone abitudini e obiettivi smart

Non credo di averti svelato niente di nuovo. Sono tutte cose che sai ma tu non sei quello che sai, sei quello che fai, ed è qui che si gioca la partita del cambiamento.

Ognuno di questi punti può essere scomposto in azioni ancora più piccole che, se messe in pratica regolarmente, producono effetti significativi.

Cambiare vuol dire accorgersi che le cose così come stanno non ti vanno più bene; vuol dire definire un obiettivo (smart, mi raccomando) e individuare tutte le tappe intermedie che un giorno alla volta, un’azione alla volta, ti porteranno al risultato che vuoi raggiungere.

E poi scordarsi della teoria e passare alla pratica, piccole azioni tutti i giorni, niente di trascendentale, ma piccoli passi che puoi fare quotidianamente con costanza e regolarità.

Non avere paura di partire dal piccolo: più è piccolo, più è facile, più sarai in grado di mantenerlo nel tempo.

Se è arrivato il tuo momento, vuoi tentare la scalata e partire dal primo piccolo passo, inizia chiedendoci una consulenza gratuita di 30 minuti: stabiliamo insieme un percorso per cambiare abitudini, individuiamo la strada più facile per abbandonare le cattive abitudini, acquisirne di nuove e di buone e partiamo insieme!

Poi, se ti arriva una botta di serendipity e trovi l’America, tanto meglio! Ma nel frattempo ci siam portati avanti!

Comment

Non ci sono commenti

Scrivi un commento

Richiedi 30 minuti di consulenza gratuitaPRENOTA ORA